L'oggetto delle email

Scritto da Michele Zanandrea on .

email-genL'oggetto della mail in qualche modo è il testo che annuncia il messaggio. Il titolo efficace è quello che riesce ad attirare l'attenzione sul messaggio

Ogni giorno siamo invasi da email pubblicitarie, newsletter e email private e, per non passare ore inutili davanti allo schermo, ci abituiamo a leggere velocemente gli oggetti delle email decidendo al volo quali tenere e quali cancellare, quali leggere subito e quali dopo (che a volte vuol dire mai).

Se non vuoi che la tua newsletter sia cancellata ancora prima di essere aperta dal destinatario, dovresti essere prima di tutto onesto: l'oggetto deve avere una relazione con il contenuto del messaggio. Sembra ovvio, ma non sempre accade questo.

E se proprio non sapete come scrivere l'oggetto della vostra email provate a seguire uno dei seguenti consigli:

  1. Usa le keyword (es. Arrivata la nuova collezione di Scarpe da Running)
  2. Metti fretta (es. Sconto del 30% fino a venerdì prossimo)
  3. Prometti (es. Impara Autocad in 15 giorni)
  4. Spiega come (es. Come aumentare l'efficienza della tua campagna marketing)
  5. Elenca (es. 16 modi per scrivere un'email di successo)
  6. Affascina (es. Scopri il benessere del bagno turco)
  7. Intriga (es. Un hacker svela i suoi trucchi)
  8. Narra (es. Sono riuscito ad aumentare i profitti del mio sito)
  9. Domanda (es. Vorresti guadagnare di più dal tuo sito?)
  10. Presenta una novità (es. Il nuovo smartphone di Samsung in vendita)
  11. Cita un testimonial (es. Anche Federica Pellegrini usa le scarpe Mizuno)
  12. Menziona il target (es. Sconti per tutti i tesserati della società podistica vicentina)
  13. Stagionalizza (es. Natale con i tuoi, ma a pasqua scegli noi)
  14. Personalizza (es. Il programma fitness che piacerebbe a megan fox)
  15. Comanda (es. Ritrova la forma fisica!)
  16. Scrivi perché (es. 6 motivi per indossare scarpe Adidas)

Ricordati però che nell'invio delle newsletter, gli oggetti più semplici funzionano meglio: quando inviamo una newsletter è sempre meglio scrivere nell’oggetto dell’email quello che effettivamente contiene, senza troppi fronzoli da linguaggio pubblicitario. Anche se un po' di fantasia ogni tanto di certo non guasta!

Pin It